Allarme virus su Facebook: ecco come difendersi

Commenti (3)

Allarme virus su Facebook, e stavolta non è un falso allarme. A quanto pare la nuova moda degli hackers stabilitisi sul social network è quella di inserire dei video “trappola” sulla bacheca di alcune persone.
Tali video vengono “spammati” attraverso dei link, dove si fa credere all’ignaro utente di essere protagonista di un video curioso o addirittura “scottante”, per invogliarlo a cliccare su di esso e visualizzarlo.

Il risultato è che il povero utente che casca in questa trappola, se è sprovvisto di un valido firewall o di una buona internet security, si ritrova il pc contaminato da un virus che è stato sapientemente nascosto all’interno del video, che ovviamente non contiene assolutamente nulla  di ciò che promette.
Per essere infettati quindi, basta semplicemente visualizzare il video incriminato, e se non si è protetti la frittata è fatta, il malware in esso contenuto sarà già attivo sul pc, ed a seconda della sua natura può portare problemi di vario genere, dai semplici e fastidiosi malfunzionamenti di Windows, alla perdita o al furto di dati personali sensibili.
Cosa fare dunque per difendersi da questi scherzi di cattivo gusto? La prima regola da seguire è senza dubbio quella di non cliccare sui link sospetti pubblicati sulla propria bacheca (e quelle altrui). Basta ricordare che non può esistere alcun materiale compromettente se non ne si è mai fatto nulla del genere…
Attenzione anche ai link pubblicati da contatti conosciuti, potrebbero essere degli account hackerati o infetti. Oltre alle norme di buon senso come queste, è sempre utile munirsi di una buona internet security (Comodo è un’ottima alternativa gratuita ai migliori concorrenti a pagamento) e di un buon antispyware come Malwarebytes Antimalware.
Infine, come sempre in questi casi, invitiamo a consultare le nostre guide su come  non farsi rubare la password dei propri accounts sul web e come  bloccare le applicazioni potenzialmente pericolose su Facebook.

Termini Legati all'articolo: , ,
Altri Articoli Correlati:
Invia un nuovo commento