Ecco Pinterest, il nuovo social network dove condividere i propri interessi

Commenti (6)

Dagli albori, a metà degli anni 2000, ad oggi, abbiamo visto nascere, crescere, e a volte scomparire, centinaia di social networks. Tutti nati con obiettivi spesso diversi, ma con una semplice struttura di base che permette ad ogni singolo utente di interfacciarsi con altre persone condividendo informazioni, contenuti e comunicando in varie forme, dai messaggi testuali alle videochat.

Da qualche tempo però, nel grande mare dei social network ha fatto prepotentemente irruzione Pinterest, un progetto molto innovativo e diverso, almeno nella forma, dai vari Facebook, Google+, Twitter, ecc.. e che nell’ultima settimana ha vissuto un vero e proprio boom di visite, arrivando a superare proprio il social network di Google, con ben 11 milioni di pagine viste.
Pinterest, infatti, non si basa su un sistema che mette al centro l’individuo, la sua immagine, le sue amicizie ecc… ma si basa su un sistema molto innovativo: le lavagne (in gergo “board“).
Queste lavagne non sono altro che delle superfici virtuali sulle quali appendere (o pinnare) letteralmente i propri interessi, sotto forma di immagini, scattate magari col proprio Smartphone Android o iPhone.
Tale  sistema, apparentemente strano e incomprensibile, è in realtà un’idea geniale per evitare quel flusso di contenuti inutili o fastidiosi come quelli che passano, ad esempio, sulla bacheca di Facebook. Su Facebook infatti, si “segue” le singole persone, che possono avere anche gusti, opinioni e interessi diversi.
Su Pinterest invece si seguono le lavagne, ovvero gli interessi che gli utenti pubblicano sul proprio spazio, e che  possiamo aggiungere alla nostra “cerchia” d’interessi, per usare un termine ormai divenuto convenzionale grazie a Google+.
Questo sistema evita quindi di incorrere in contenuti poco graditi e di seguire solo i propri interessi, e quindi, di entrare in contatto con persone che condividono le proprie passioni e le proprie idee.
Gli interessi possono essere pubblicati su diverse lavagne, divise per categorie che gli utenti stessi possono scegliere. E’ possibile interagire con altri social network come Facebook (aggiungendolo, ad esempio, alla propria Facebook Timeline) e Twitter.
L’iscrizione, infine, è al momento  regolata da un sistema ad inviti, lo stesso utilizzato all’inizio da Google Plus. La richiesta può essere effettuata direttamente dalla hompage di Pinterest attraverso l’apposito link.

Termini Legati all'articolo: ,
Altri Articoli Correlati:

Articoli correlati a "Ecco Pinterest, il nuovo social network dove condividere i propri interessi"

Sono stati scritti (6) Commenti
  1. ciao Tony non avevo mai sentito parlare di questo social network ma mi sa che prenderà piede, io devo ammettere dopo aver provato google + non lo uso più di tanto presonalmente tanto clamore ma alla fine non mi piace più di tanto continuo a preferire sia Facebook che Twitter senza però maiperdere di collegarmi con messenger a cui sono molto affezionato.

  2. Ciao, ho provato ad iscrivermi a Pinterest, ma leggo che devo aggiornare Facebook alla versione Timeline, mentre ho ancora l’impostazione classica. Non ci sono alternative?

  3. Ciao Giuseppe, l’idea su cui si basa Pinterest è senza dubbio particolare e ha le carte in regola per sfondare. Del resto, come tutte le cose, c’è un inizio e una fine, e credo che prima o poi arriverà qualche altro fenomeno di massa che soppianterà Facebook, o che quantomeno lo ridimensionerà considerevolmente. Staremo a vedere!

  4. ciao Tony mi fa piacere sentirti da quanto hai scritto nell’articolocomunque nondeve essere una cattiva idea, guarda anche io penso che prima o poi verrà fuori qualcosa che soppianterà facebook come tutte le cose hanno un loro periodo di boom medio lungo ma poi sicuramente uscirà qualcosa di nuovo. Ma quando pensi che potrà essere ufficialmente attivo ? perchè al momento leggo che è solo per inviti o sbaglio?

Invia un nuovo commento