Messenger: un contest da 2500€ per promuovere le videochiamate in HD

Commenti (1)

Microsoft si appresta a lanciare sul mercato le proprie webcam in HD, che grazie al nuovo Windows Live Messenger 2011, permetteranno agli utenti di effettuare videochiamate in alta definizione con i propri contatti. Per promuovere questa tanto attesa novità, i vertici della casa di Redmond hanno ben pensato di coinvolgere gli utenti del proprio instant messenger e di consegnare alla loro fantasia il compito di far conoscere Windows Live Messenger e il suo nuovo modo di comunicare grazie alle webcam HD.

“Pronto? Ti vedo!”, è questo il nome di questo contest promosso da Microsoft in collaborazione con UserFarm. Gli utenti che vorranno partecipare al contest dovranno inviare un video della durata massima di 90 secondi, nel quale spiegano la propria idea di comunicazione, soprattutto in ambito informatico, grazie alle nuove tecnologie come, per l’appunto, le videochiamate in HD fornite da Windows Live Messenger e dalle nuove webcam Microsoft. Ovviamente ciò che non è richiesto è un banale spot promozionale di questi due prodotti, ma semplicemente di esprimere il proprio pensiero su queste forme di comunicazione e sul modo in cui hanno cambiato il modo di interagire nelle proprie relazioni interpersonali.
Tutte le informazioni riguardo a questo contest sono direttamente consultabili sul sito web di UserFarm, precisamente a questa pagina, dove è possibile leggere il brief ufficiale del contest. Come è possibile notare “Pronto? Ti vedo!” scadrà alla mezzanotte (23:59) del 6 Maggio 2011, per cui resta veramente poco tempo per inviare i propri lavori. Ah, quasi dimenticavamo… il video che risulterà vincitore verrà acquistato da Microsoft per un valore di ben 2500€, sicuramente una somma per cui val la pena investire 90 secondi della propria vita per proporre qualcosa di originale.

Termini Legati all'articolo: , , ,
Altri Articoli Correlati:

Articoli correlati a "Messenger: un contest da 2500€ per promuovere le videochiamate in HD"

Commenti (1)
Invia un nuovo commento